Nuova flangia di precarico per cilindro bloccante Vega V260CF

NUOVA FLANGIA DI PRECARICO AGGIUSTABILE PER V260CF

Ormai è ben risaputo che i cilindri V260 potrebbero richiedere precarichi, così da evitare difetti di produzione nei pezzi che vengono prodotti dallo stampo collegato.
Effettuare un precarico implica spostare il cilindro più vicino al pezzo, comprimendo lo stelo del cilindro. Questo si può fare in modi diversi:

1. Utilizzando una flangia normale (rotonda). Lo stampo deve essersi raffreddato, il gruppo cilindro-flangia essere rimosso, la flangia svitata dal cilindro e infine rettificata al valore desiderato. Dopodiché, tutte le sequenze devono essere ripetute in ordine inverso, e si deve effettuare un secondo controllo. Se il controllo non dà i risultati sperati, bisogna ripetere tutti i procedimenti daccapo.

2. Utilizzando una flangia di precarico aggiustabile come quella che produce ora la Vega. Per aggiustare il precarico non è necessario che si raffreddi lo stampo. Prestando la dovuta attenzione, si può semplicemente allentare il sistema di bloccaggio, ruotare il cilindro quanto richiesto e stringere di nuovo il sistema di bloccaggio. Ruotare il cilindro, comunque, potrebbe cambiare la posizione degli orifizi per l’entrata dell’olio e la posizione dei sensori eventualmente installati.

3. Utilizzando una flangia di precarico aggiustabile come quella che la Vega sta sviluppando ORA. È molto più semplice e molto più efficace delle altre. Consiste di base in due anelli filettati. Quello interno è filettato da entrambi i lati, per contenere il cilindro e la flangia esterna. Ha anche dei fori per il fissaggio delle viti. La flangia esterna è filettata solo internamente e si appoggia allo stampo. Basta allentare le viti di fissaggio e avvitare o svitare la flangia esterna. Le viti di bloccaggio possono essere serrate ancora, e a questo punto il cilindro è pronto per funzionare con il nuovo valore di precarico. Lo stampo non si deve raffreddare per forza, non serve ruotare il cilindro e la regolazione può essere effettuata sia da un lato del cilindro, sia posteriormente. Tutti i fori delle viti sono posti alla stessa distanza, e il loro numero è due volte maggiore rispetto a quello richiesto. Questo permette un posizionamento angolare del cilindro più semplice.

Scopri metodi alternativi per l’attuazione di slitte ed estrattori per stampi ad iniezione! Leggi questo articolo.

Vuoi sapere di più sui cilindri auto-bloccanti Vega? Guarda questo video!

Nessun commento inserito

Scrivi il tuo commento